English
Italiano

... noi è da un PO' che ci crediamo!

La Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese sostiene la definizione di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) d’area.

CODEVILLA . Un tavolo politico per condividere visione e strategie per lo Sviluppo Sostenibile dell’Area Leader. Questo l’obiettivo dell’Assemblea dei Sindaci convocata dal Gal – Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese – per martedì 27 novembre alle ore 21.00 presso la Sala della Provincia nel Comune di Codevilla.

Attraverso il progetto “ Territori che fanno la cosa giusta”, già presentato ufficialmente agli amministratori nel settembre scorso, il Gal accompagna i territori rurali verso la definizione di una pianificazione sostenibile.  Al centro della proposta di martedì due temi rilevanti: le azioni propedeutiche per una gestione energetica sostenibile e l’elaborazione di un allegato al regolamento edilizio comunale.

Una visione di lungo periodo condivisa e  costruita su una base di dati verificati è oggi del tutto assente in Oltrepo, con conseguenti importanti minacce. Tra queste il proliferare disordinato di interventi non sempre efficienti e rispettosi del territorio e il posizionamento dell’Oltrepo in una situazione di svantaggio competitivo relativamente all’accesso ai fondi comunitari 2013/2020, in buona parte esclusi dal patto di stabilità, ma che si orienteranno principalmente verso le amministrazioni dotate di capacità programmatoria.

Durante l’Assemblea dei Sindaci presieduta dal Presidente della Fondazione Giorgio Remuzzi, gli amministratori locali potranno dialogare  con i rappresentanti dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia e di Legambiente Lombardia, partner del progetto Territori e enti accreditati nel campo della sostenibilità ambientale.

 Decisivo il momento storico nel quale il progetto spiega le proprie forze: la Provincia di Pavia, partner di progetto, sta lavorando al nuovo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e gli Enti Locali sono chiamati a  riorganizzazione confini e competenze mentre i vincoli posti dal patto di stabilità e dalla spending review sono un freno tirato per molte amministrazioni. In gioco ci sono i servizi essenziali di prossimità per i cittadini e la gestione di funzioni fondamentali per la salvaguardia e la tutela del territorio. Oggi più che mai è richiesto agli amministratori di innovare, pensare alto, fondere impegno e competenze per ridare respiro al futuro del territorio agendo in modo unitario e partecipato.

Con il progetto Territori la Fondazione mette a disposizione dell’Oltrepo un pacchetto di risorse e un insieme di competenze utile a colmare un ritardo conoscitivo e programmatorio in campo ambientale molto costoso per i suoi abitanti e chiede agli amministratori di “fare la cosa giusta” anche per preparasi ad accedere alle prossime risorse comunitarie sulle quali sta già lavorando.

L’iniziativa è finanziata sulla Misura 431 Cooperazione Internazionale e Interterritoriale PSR 2007/2013 PSL Gal Alto Oltrepo.

Rilasciato il 23 novembre ’12

 

Bandi

  • Bando 311 C III° – Diversificazione dell’attività agricola
    01.03.2012
    Bando 311 C III° - Diversificazione dell’attività agric...

Eventi

Comunicati

  • “CIBO VITA MORTE” Incontri, mostre e dibattiti con OltreCultura e ART Art
    23.09.2016
    "CIBO VITA MORTE" Incontri, mostre e dibattiti con OltreCul...

Pubblicazioni

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l'Europa investe nelle zone rurali
PSR 2007-2013 Direzione Generale Agricoltura