English
Italiano

... noi è da un PO' che ci crediamo!

VARZI – E’ una sfida e un segnale per l’economia locale l’impegno del Comune di Varzi di riconvertire la struttura inutilizzata dell’ex mercato coperto in polo multifunzionale al servizio della comunità dell’Alto Oltrepo Pavese. VARZI TERRE ALTE, questo il nome scelto per il centro, sarà al tempo stesso incubatore dell’economia rurale e luogo di diffusione di informazioni turistiche e culturali. Un impegno per promuovere il territorio e le sue imprese, mettendo in rete servizi qualificati e più rispondenti alle esigenze locali, rendendoli più accessibili e offrendo in modo sistematico e professionale informazioni al servizio del flusso turistico locale.

La struttura del mercato coperto è stata recuperata secondo un progetto già a disposizione del Comune di Varzi, vincitore di un bando di idee lanciato da precedenti amministrazioni. Grazie ai fondi  erogati sul Piano di Sviluppo Locale del Gal – Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese, sulle misure 331 e 321 PSR 2007/2013 Regione Lombardia, è stato possibile proseguire nei lavori di ristrutturazione di un edificio che è al tempo stesso storia e immagine della Piazza Fiera e che ha vissuto negli anni alterne vicende.

La particolarità dell’intervento proposto dal Comune risiede nella volontà di dare vita alla struttura, non si tratta quindi di un investimento finalizzato alla mera ristrutturazione, come del resto imposto dal finanziamento concesso dalla Fondazione Gal, ma di un disegno ben preciso per ridare lustro alla struttura, un tempo cuore della vita contadina locale e punto di riferimento delle comunità dell’intera Valle Staffora e della Val Tidone , che vi confluivano per il vivace mercato settimanale del bestiame.

Varzi Terre Alte, a rimarcare un tema caro sia al Gal che all’attuale Presidente della Comunità Montana, è strutturato in molteplici spazi che occupano circa metà dell’intera struttura dell’ex mercato e che saranno consegnati entro l’estate. L’ampio ufficio prospiciente la Piazza Fiera sarà sede delle attività di informazione turistica; subito dopo l’ingresso si apre lo spazio espositivo che, secondo un calendario definito dal Comune, verrà messo a disposizione di tutta la realtà produttiva locale – agricola, artigianale, artistica ma non solo – interessata a far conoscere il proprio lavoro e a promuovere i propri prodotti. Al centro della struttura è stato allestito uno spazio dedicato ad attività di informazione, formazione ed eventi, predisposto per le dotazioni informatiche necessarie; lateralmente sono posizionati 3 uffici dedicati all’insediamento di imprese già costituite o in fase di costituzione, interessate ad avviare o ampliare il proprio business sul territorio. Il piano terra si completa con un ampio magazzino al servizio dell’ufficio turistico e delle imprese che verranno selezionate.

Al piano superiore un open space è predisposto come sala polifunzionale che accoglierà parte delle attività della Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese, un riconoscimento all’Agenzia di Sviluppo Locale che da anni opera nell’esclusivo interesse del territorio, veicolando risorse regionali, europee e private a favore della Comunità Locale composta da 43 Comuni, con l’intento di promuovere integrazione e confronto sovralocale.

Rimarchevole il contributo dalla Comunità Montana dell’Oltrepo Pavese, da mesi impegnata nella riorganizzazione dei servizi comunali in un’ottica di gestione associata, che si occuperà della promozione turistica del territorio, forte del mandato di tutti i Comuni aderenti e di alcune progettualità di estremo interesse sovra locale che sta avviando, con il contributo del GAL Misura 313 Piano di Sviluppo Locale, e che renderanno fruibile in termini di percorsi e di divulgazione, un sistema escursionistico di grande valore.

Sono attualmente in corso gli incontri con le Associazioni di Categoria e la Camera di Commercio Industria e Artigianato di Pavia per dettagliare servizi, attività di formazione e informazione e auspicabili integrazioni con iniziative di interesse sovralocale. In fase di calendarizzazione anche gli incontri con la variegata realtà dell’associazionismo locale. Il Comune, in un’ottica partecipativa, apre a suggerimenti e proposte da parte della collettività: il Centro Servizi è spazio comune dalle tante potenzialità in divenire che potranno esprimersi con completezza solo grazie al contributo costruttivo di tutti coloro che sono impegnati nella continua ricerca di soluzioni per i territori rurali.

Si segnala che sul sito del Comune di Varzi è già aperto un primo avviso pubblico per la candidatura delle imprese interessate ad insediarsi nei 3 uffici dedicati. Il bando è scaricabile sui siti www.comune.varzi.pv.it e www.gal-oltrepo.it e scade il 10 giugno.

Rilasciato il 28 maggio ’13

 

Bandi

  • Bando 311 C III° – Diversificazione dell’attività agricola
    01.03.2012
    Bando 311 C III° - Diversificazione dell’attività agric...

Eventi

Comunicati

  • “CIBO VITA MORTE” Incontri, mostre e dibattiti con OltreCultura e ART Art
    23.09.2016
    "CIBO VITA MORTE" Incontri, mostre e dibattiti con OltreCul...

Pubblicazioni

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l'Europa investe nelle zone rurali
PSR 2007-2013 Direzione Generale Agricoltura